Contatti
Categorie
Meteocolors
Meteocolors, stazioni metereologiche e webcam. Soluzioni per il volo, i golf e personalizzate
Search For Blogs, Submit Blogs, The Ultimate Blog Directory
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Iscritto su Aggregatore.com
Aggregato su SocialBlog

Aggiorniamo l’immagine di Ubuntu con Jigdo

In molti stanno attendendo l’uscita di Ubuntu 8.04. Nei giorni successivi al rilascio la rate sarà imballata da centinaia di upgrade contemporanei. Certo, il torrent può essere un’efficace alternativa al download diretto; esistono però metodi meno conosciuti che possono rivelarsi più efficaci. Oggi voglio parlarvi di come aggiornare la vostra attuale immagine di Ubuntu con Jigdo.

ubuntu splash brown Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo

Cos’è Jigdo?
Per chi ancora non lo conoscesse, Jigdo è un interessante tool che ci permette di scaricare ed aggiornare rapidamente la nostra distribuzione. In poche parole Jigdo prende i pacchetti della vostra immagine di Ubuntu e li confronta con quelli di un’immagine aggiornata. In questo modo potrete scaricare solo i pacchetti che sono cambiati tra le due versioni e non l’immagine completa. Infine Jigdo utilizzerà l’utility mkisofs per creare l’immagine ISO della distro aggiornata.

Aggiornamento di Ubuntu
Per prima cosa dobbiamo installare Jigdo. Essendo già presente nei repositori di Ubuntu è sufficiente dare un semplice:

sudo aptitude install jigdo-file

Jigdo ha abbiamo bisogno del file .jigdo della nuova versione di Ubuntu, da confrontare con l’immagine della versione precedente. Questi file non sono altro che una lista dei pacchetti contenuti nell’ISO, e si possono trovare nei siti di download sotto agli .iso e ai .torrent. L’immagine della vecchia versione può essere masterizzata su CD o montata sul nostro sistema (mount -o loop file.iso /mnt). Per iniziare il processo dobbiamo avviare il programma fornendogli l’indirizzo di un file .jigdo:

jigdo-lite http://us.releases.ubuntu.com/hardy/ubuntu-8.04-rc-alternate-i386.jigdo

Così Jigdo scaricherà il file e controllerà la versione dei pacchetti che devono stare nella nuova release. Terminata l’operazione, vi chiederà l’immagine da comparare, dovrete quindi indicargli il percorso dell’immagine montata o quello del CD inserito.
Una volta finito il raffronto e scaricato i pacchetti aggiornati, Jigdo creerà la nuova immagine della distro aggiornata.

hardy splash Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo

Quest’operazione non è consigliata per il confronto di Ubuntu 7.10 con Ubuntu 8.04, perchè cambia tutto. Jigdo può fare comodo soprattutto a chi ha installato una pre-release (alpha, beta, RC) di Ubuntu 8.04 e vuole passare alla versione finale.

Gli utenti Debian possono seguire questa guida in italiano

Articoli correlati:

A proposito di Ubuntu 8.04. Download, upgrade, novità

Lina: le applicazioni Linux in Windows e Mac OS X

Condividi articolo:
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  •  Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  •  Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo
  • services sprite Aggiorniamo limmagine di Ubuntu con Jigdo

5 Commenti a “Aggiorniamo l’immagine di Ubuntu con Jigdo”

  • mad scrive:

    Bel post compimenti!

  • lillipuziano scrive:

    Ottimo consiglio, lo proverò :-)

  • roberto scrive:

    Come idea non è male
    Io normalmente aggiorno la distribuzione quando è disponibile la beta e poi seguo i cambiamenti con il gestore degli aggiornamenti e finora è andato tutto bene

    Ciao a tutti

  • musciolo scrive:

    quello che mi sarebbe piaciuto:
    poter aggiornare la iso di ubuntu dvd all’ultimo aggiornamento disponibile.
    mi pare di aver capito che jigdo non è fatto per questo, vero?
    nel caso di hardy, che diventerà veramente stabile e “rocciosa” fra qualche mese, sarebbe stato utile.

Lascia un Commento

Sottoscrizione via Mail

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Seguimi su Twitter
Licenza
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.