Contatti
Categorie
Meteocolors
Meteocolors, stazioni metereologiche e webcam. Soluzioni per il volo, i golf e personalizzate
Search For Blogs, Submit Blogs, The Ultimate Blog Directory
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Iscritto su Aggregatore.com
Aggregato su SocialBlog

Articoli marcati con tag ‘Linux’

Nevernote, finalmente Evernote è anche per Linux

logo Nevernote, finalmente Evernote è anche per Linux

Evernote è un comodo strumento che permette di organizzare note ed appunti. Il pregio principale di Evernote è quello di affiancare alla comoda interfaccia web, un client, che consente di scrivere e sincronizzare le note direttamente dal nostro desktop. Inizialmente sviluppato per Windows, non c’è voluto molto perché nascesse la versione Mac del client. Per anni poi la comunità Gnu/Linux, ha chiesto agli sviluppatori di creare una versione Linux del software. Ma niente da fare. L’unico strumento multi-piattaforma ufficiale in grado di interagire con Evernote è il Web Clipper, un estensione per Firefox e Chrome che consente di salvare gli indirizzi interessanti, tra le note online. Gli sviluppatori hanno poi concentrato l’attenzione su cellulari e smart phone, sviluppando una serie di client specifici per le principali versioni. Finalmente però qualcuno ha sviluppato un client non ufficiale per Linux, chiamato Nevernote. Leggi il resto di questo articolo »

Global Menu Bar for GNOME, la barra condivisa del Mac sotto Linux

globalmenu Global Menu Bar for GNOME, la barra condivisa del Mac sotto Linux

Già nell’articolo su GNOME Do 0.8, avevo espresso la mia opinione sulla tendenza all’imitazione dei prodotti Mac. In realtà, credo che sia giustissimo mettere a disposizione degli utenti Gnu/Linux valide alternative ai prodotti Apple. Chiudendosi, infatti, si rischia di rimanere arretrati rispetto alla controparte commerciale. Penso solo che le alternative proposte debbano distinguersi dall’originale, non limitandosi ad una semplice copia. Detto ciò, a prescindere da dock, dashboard, e Quicksilver, Mac OS X presenta caratteristiche uniche ed interessanti. Una di queste è sicuramente il menù globale, che viene condiviso dalle applicazioni aperte durante la sessione. Si tratta di una funzione davvero particolare che stravolge l’interazione dell’utente con le applicazioni. Oggi, ho deciso di parlarvi di Global Menu Bar for GNOME, una piccola applicazione che permette di adottare lo stesso approccio sotto Linux (GNOME). Leggi il resto di questo articolo »

Rilasciata la versione finale di IBM Lotus Symphony 1. Ecco come installarla su Ubuntu 8.04

icon Lotus 20080117 Rilasciata la versione finale di IBM Lotus Symphony 1. Ecco come installarla su Ubuntu 8.04Lotus Symphony, è una suite di applicazioni per l’ufficio sviluppata dalla IBM. La nascita di Lotus Symphony risale al lontano 1984, quando venne lanciata, come suite integrata per il DOS, di strumenti per l’ufficio (come seguito al conosciuto programma contabile Lotus 1-2-3). La IBM ha poi ripreso il progetto nel 2007. Lotus Symphony è basata su software Eclipse Rich Client Platform, IBM Lotus Expeditor e OpenOffice.org 1.1.4 per il cuore dell’applicazione. A differenza OpenOffice, Symphony è closed source ma comunque gratuita. Pochi giorni fa è stata rilasciata la versione finale di Lotus Symphony 1, disponibile in 24 lingue differenti, italiano ovviamente compreso, ecco le note di rilascio. Oggi, prendendo spunto da un articolo di Tombuntu, ho deciso di parlarvi di come installarla su Ubuntu 8.04. Per proseguire nell’installazione dovete prima assicurarvi di avere almeno 512 MB di RAM e 540 MB di spazio libero sul disco.

IBM Lotus Symphony Rilasciata la versione finale di IBM Lotus Symphony 1. Ecco come installarla su Ubuntu 8.04

Installazione

Per prima cosa scaricate l’installer dal sito ufficiale, come per VMware, anche in questo caso dovete registrarvi, ma fortunatamente i campi da riempire sono molto meno (nome, cognome e mail). Leggi il resto di questo articolo »

Split & Join prima parte. Unire e dividere i file video da linea di comando

ciak1 Split & Join prima parte. Unire e dividere i file video da linea di comando

Spesso, soprattutto se si utilizzano servizi tipo Rapidshare e Megaupload, può capitare di dover dividere o unire i nostri file video. Il mondo Gnu/Linux dispone di potenti tool, da linea di comando, che permettono di compiere queste due operazioni in modo rapido ed indolore.

Dividere i file avi ed mpeg

Per quanto riguarda la divisione del file in più parti, possiamo usare sia il comando split che mencoder (che fa parte del progetto MPlayer). Con:

split -d -b 100m VideoDaDividere.avi VideoDiviso.avi

divideremo il video in varie parti da 100 MegaByte, l’opzione -d serve a dare un suffisso numerico (.avi01, .avi02, ecc) ai file creati, mentre con la -b specifichiamo la dimensioni delle parti. Con Mencoder invece è possibile dividere un video di un ora in due parti da trenta minuti ciascuna, così: Leggi il resto di questo articolo »

Songbird 0.5 il passero spicca il volo

hikari Songbird 0.5 il passero spicca il volo

La settimana scorsa è stata rilasciata la versione finale di Songbird 0.5. Questa versione include molte interessanti novità: più estensioni, nuove funzioni e tanti bug-fixes. Per chi ancora non lo conoscesse, Songbird è un desktop media player, pensato per ascoltare i brani presenti nelle nostre collezioni, nei nostri dispositivi portatili e nelle pagine web. Basato sulla piattaforma XULRunner di Mozilla, come Firefox è: multi-piattaforma, Open source ed estendibile. Songbird dispone infatti di una serie di plugin aggiuntivi che permettono ampliarne le funzionalità. Se siete interessati ad installarlo potete seguire questa guida. Esiste anche un pacchetto .deb su Getdeb, ma è di Songbird 0.4 ed è abbastanza instabile.

Articoli correlati:

Songbird: ecco come installarlo in Ubuntu


EnergyXT2 per Linux, musica ad alti livelli

energy xt news EnergyXT2 per Linux, musica ad alti livelli

Oggi voglio parlarvi di un ottimo programma per la produzione musicale: EnergyXT2. Prima di cominciare a parlarne devo assolutamente precisare che non si tratta di un software libero. Se si trattasse di un altro tipo di programma l’avrei sicuramente trascurato, prediligendo una delle tante alternative free. Nel campo musicale, però, so che molti utenti Gnu/Linux, sarebbero disposti a pagare pur di avere programmi completi come Reason e Cubase. Con questo non intendo sottovalutare i prodotti Open source, dico solo che è giusto che chi preferisce i prodotti commerciali, per la produzione musicale, abbia la possibilità di utilizzarli anche sotto Linux. Leggi il resto di questo articolo »

Mythbuntu, Mythdora, KnoppMyth: a tutto MythTV!!!

Apprfitto dell’uscita della terza alpha release di Mythbuntu 8.04, per parlarvi un po’ di MythTv, e delle distro, appositamente create per poter sfruttare al massimo le potenzialità di quest’ottimo software.

mythtv 632 Mythbuntu, Mythdora, KnoppMyth: a tutto MythTV!!!

MythTV è un’applicazione libera per Linux, pensata per permettere ad ogni computer (che soddisfi certi requisiti minimi) di funzionare come Personal Video Recorder. Nato nel 2002, MythTV è ormai diventato uno dei progetti più affermati nel mondo del software libero. Le principali funzioni di quest’applicazione sono:

  • Divisione tra front-end e back-end: Questo consente a più macchine front-end di sfruttare contenuti forniti da un back-end composto da uno o più server
  • Possibilità di analizzare le registrazioni riconoscendo le pubblicità, dando all’utente la possibilità di saltarle durante la riproduzione
  • Possibilità di guardare le registrazioni a velocità accelerata o rallentata, regolando l’altezza del suono
  • Capacità di programmare le registrazioni in modo intelligente ed evitando i conflitti
  • Disponibilità di informazioni riguardo alla programmazione televisiva
  • Possibilità di programmare le registrazioni
  • Supporto per i formati televisivi ad alta definizione ATSC e DVB

Leggi il resto di questo articolo »

Frinika, una nuova music workstation per Linux

LOGO Frinika, una nuova music workstation per Linux

Mi sono reso conto, di aver un po’ trascurato la sezione Linux & Music. Proprio per questo ho deciso di parlarvi di Frinika, un altra completa music workstation per Linux, Windows e Mac. Le funzioni sono più o meno le stesse delle altre DAW, che ho fino a qui presentato (Traverso, Jokosher e Ardour): sequencer, soft-synths, real-time effetti e audio recording. Ho scoperto questo software da poco e lo sto ancora provando, ma non mi sembra niente male. Da installare è facilissimo, basta scaricare l’installer java dalla pagina di Source Forge del progetto, e lanciarlo. L’unica dipendanza è Java 1.5 o superiore. Frinika è in continuo sviluppo, l’ultima versione stabile di cui si parla sul sito è la 0.4.0, ma c’è già la release della 0.5.0 (forse una pre-release) che apporta netti miglioramenti al programma. Purtroppo, essendo un progetto molto giovane, la documentazione è ancora poca.

Qesto è il Frinika wiki, dove potrete tovare qualche breve spiegazione; e questo è il sito ufficiale dove invece troverete gli annunci delle release.

frinika Frinika, una nuova music workstation per Linux

Consumo energetico nei sistemi Gnu/Linux. PowerTop è una possibile soluzione

lesswatts Consumo energetico nei sistemi Gnu/Linux. PowerTop è una possibile soluzione

Oggi voglio parlarvi del consumo di batteria in Linux. Ho visto sul forum di Ubuntu (internazionale) , una discussione, con relativa statitistica, in cui molti ragazzi si lamentavano del consumo dei loro portatili. Allora navigando ho trovato questa comparazione fatta in ottobre, tra Windows Vista, Xp, Fedora 8 test 3 e Ubuntu 7.10. Dal raffronto è risultato che i sistemi Windows consumano meno delle due distribuzioni Gnu/Linux; e nello specifico, quella che consuma di più è Ubuntu. Gli utenti Linux, hanno però a disposizione vari tools per il risparmio energetico. Tra questi, quello che spicca per utilità e comodità è sicuramente PowerTop.

Leggi il resto di questo articolo »

ISO Master: gestione delle immagini ISO e NRG

isomaster midbanner ISO Master: gestione delle immagini ISO e NRG

In alcuni articoli passati, ho parlato di come come montare, creare e convertire immagini ISO, in Linux. Avevo cercato di dimostrare che in questo campo, noi utenti Gnu/Linux, disponiamo di ottime alternative ai più noti programmi Windows (Daemontools e Magic Iso). Oggi voglio parlavi di ISO Master, un altra interessante applicazione per la gestione delle immagini ISO. Quest’ottimo programma ci permette, grazie alla comoda interfaccia grafica, di: creare ISO, agiungere o rimuovere file e cartelle dalle immagini e creare bootable cd. ISO Master può aprire sia immagini ISO che NRG, ma può solo salvarle in formato ISO. L’unica cosa un po’ fastidiosa è che non supporta il “drag and drop”. Ciò nonostante ISO Master resta un prodotto utile ed interessante. Se volete provarlo, potete scaricarlo dal sito ufficiale, già pacchettizzato per le principali distribuioni (Debian/Ubuntu, Fedora, Suse, Slackware, ecc).

ss opened vista ISO Master: gestione delle immagini ISO e NRG

Sottoscrizione via Mail

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Seguimi su Twitter
Licenza
Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.